Feeds:
Articoli
Commenti

Ciao a tutti,

ho deciso di aprire questo blog per raccogliere tutte le ricette di famiglia, affinché possano essere condivise da tutti i componenti e dagli amici.

Il primo ricettario me l’ha regalato Graziana, quando avevo quattordici anni più o meno. L’ho ancora, ormai pieno di ricette, scritte da me o passatemi da qualche amica/o. Da questo ricettario posso capire che le ricette di famiglia sono in realtà il contributo di tante persone, legate tutte da profondi vincoli di affetto ed amicizia. E’ per questo che vorrei condividere con voi tutto questo.

Vi invito ora a trasmettere tutto quello che avete nei vostri ricettari e non solo. Magari potete trasmettere anche qualche anedotto collegato alla ricetta, oppure una vostra impressione o una storia che vi ha colpito.

Intanto vi abbraccio

Antonella

Annunci

images

 

Ecco una ricetta di crema pasticciera buonissima. Va bene per piccoli budini da servire in terrine singole, ma anche per farcire bignè, profiteroles e torte.

Ingredienti:

4 tuorli
100 grammi di zucchero
30 grammi di farina
1/2 litro di latte
vaniglia o buccia di limone grattugiata, ma anche essenza di fiori d’arancio

Preparazione:

In una casseruola lavorate i tuorli con lo zucchero, usando il cucchiaio di legno o una frusta. Aggiungete a poco a poco la farina, senza smettere di mescolare finché il composto risulta amalgamato. Versate poco per volta, e sempre girando, il latte bollente in cui avete messo un po’ di vaniglia oppure un po’ di buccia di limone grattugiata. Ponete sul fuoco, continuate a mescolare, fate sobbollire per 3, 4 minuti.

Versate la crema in piccole terrine mono dose e lasciatela raffreddare. Mettere le piccole terrine in frigo e servire guarnendo a piacere. Ad esempio con scorrette di limone candite. Le scorzette si possono preparare tagliando finemente la scorza di un limone e cuocendole in acqua e zucchero.  Oppure con frutta fresca come lamponi e fragoline di bosco

 

11077884_1389936411325928_1828760040_n

Potrebbe essere da qualche parte in Marocco, il 20 marzo 2015 – Stasera ho preparato questa ricetta dal sapore fresco e delicato. Gli amici hanno molto apprezzato, soprattutto Roberta, che è un vero piacere avere a casa. La ricetta ha il gusto del Marocco, dove la cucina è profumata e piena di sole.

Ingredienti per sei persone

Un pollo ruspante

12 carciofi

6 pere piccole

due limoni canditi (in alternativa la scorzetta tagliata a lamelle di due limoni freschi)

un limone

50 gr. di burro

50 cl. di olio extravergine d’oliva

2 mazzetti di prezzemolo

1 cucchiaio di zucchero

sale fino

pepe bianco

Preparazione in trenta minuti circa di cui venti circa per la cottura del pollo

Per la preparazione dell’olio al prezzemolo

Prendete le foglie di prezzemolo e buttatele in acqua bollente salata per un minuto poi mettete le foglie di prezzemolo immediatamente in acqua fredda. Strizzate le foglioline di prezzemolo per togliere l’acqua e mettetele in un mixer con 40 cl. di olio, salate leggermente e frullate energicamente fino a quando non otterrete una salsina omogenea. Aggiustate di sale e conservate al fresco.

Per la preparazione del pollo

Cuocete in una padella il pollo tagliato a pezzi e girate di tanto in tanto per circa dieci minuti. Quando il pollo prende colore inforna telo per circa quindici minuti in forno preriscaldato a 180°. Una volta cotto tenetelo in caldo.

Per la preparazione dei carciofi

Pulite i carciofi e tagliateli in quattro. Cuoceteli incoperchiati con un po’ d’acqua e un po’ di succo di limone per circa dodici minuti. Toglieteli dalla pentola scolandoli e passateli in padella con un po’ d’olio. Dovranno cuocere fino a quando non avranno preso colore.

Per la preparazione delle pere

Sbucciate le pere e tagliatele in due, togliendo il torsolo. Tagliate i due limoni canditi in due, togliete la polpa e tagliate in fini lamelle la buccia. In una padella fate sciogliere il burro e lo zucchero fino a quando otterrete un caramello. Mettete quindi le pere a caramellizzare. Girate continuamente le pere. Terminate la cottura quando le pere avranno un aspetto tenero e colorato. Se non avete il limone candito, aggiungete verso la fine della cottura le lamelle di un limone fresco e la buccia grattugiata di un altro limone fresco.

Per la preparazione della portata

In un piatto di portata mettete l’olio al prezzemolo, disponete i pezzi di pollo, le pere e i carciofi. Decorate con le lamelle di limone.

r49_tatin-pommes-fruits-secs_dge

Ingredienti per otto persone

Questo dolce si prepara in due momenti diversi (la sera e il giorno dopo)

 Per la tarte

8 -10 mele bicolori (golden o Jonagold)

220 grammi di pasta brisée

50 grammi di burro

140 grammi di zucchero

Per la farcia di frutti secchi

5 albicocche secche

5 prugne

5 fichi secchi

5 scorze di arancia candita

5 scorze di limone candito

10 grammi di mandorle

10 gherigli di noci

10 cl di vino bianco (Gewurztraminer)

Preparazione 

In una casseruola fate fondere 50 grammi di zucchero a fuoco basso, mescolando lentamente con un cucchiaio di legno. Quando lo zucchero prender il colore del caramello chiaro, versate altri 50 grammi di zucchero e mescolate lentamente fino a quando avrete un caramello omogeneo di colore chiaro. Versate il caramello a spirale nello stampo antiaderente di 20 centimetri di diametro e di cinque centimetri di profondità.

Scaldate il forno a 200°. Sbucciate le mele, tagliatele in due parti e togliete il torsolo.

Disporre le mezze mele verticalmente in due cerchi concentrici. Fate in modo che siano ben vicine. Cercate di non lasciare nessun spazio vuoto. Se a metà cottura vedrete degli spazi, riempiteli con altri due o tre pezzi di mela. Cospargetele dello zucchero rimanente e quindi disponete il burro tagliato a pezzetti.

Mettete a cuocere per circa cinquanta minuti circa. Le mele dovranno essere come candite. Mettete lo stampo a raffreddare. Quindi mettetelo in frigorifero dove rimarrà fino al giorno dopo.

Il giorno dopo preparate la farcia: tagliate a pezzetti la frutta secca e mettetela a bagno nel vino. Potrete tenere qualche pezzetto per la decorazione.

Scaldate il forno a 200°. Togliete lo stampo dal frigo e premete delicatamente le mele con un cucchiaio di legno. Ripartite la farcia sulle mele. Coprite il tutto con il disco di pasta brisée.

Mettete a cuocere per circa 35 minuti. La pasta deve prendere un colore dorato. Lasciate raffreddare la torta dello stampo quindi girate la tarte tatin, decoratela eventualmente con qualche pezzetto di frutta secca e servitela.

Questo dolce può essere accompagnato con panna montata o con un gelato alla cannella.

r49_ferber-1_dger49_ferber-2_dge 

54fdb9433586cdb88886bbb921bc92a4

Ingredienti per sei persone

Vitello a pezzetti 1, 2 kg

Carote 800 grammi

Patate (piccole) 250 grammi

Prugne secche snocciolate 150 grammi

Cipolle

Olio d’oliva 2 cucchiai

Burro 60 grammi

Farina 2 cucchiai

Vino bianco 20 cl

Brodo vegetale 10 cl

Zafferano un pizzico

Sale

Pepe

Preparazione (20 minuti)

Pelate e tagliate le carote a rondelle. Pelate le patate, pelate e tagliate le cipolle.

Fate scaldare l’olio e il burro in una cocotte e fatte cuocere dolcemente le cipolle, che non devono prendere colore. Aggiungete il vitello e fatelo dorare su tutti i lati, cospargetelo di farina, salate e pepate.

Aggiungere le carote, le patate, le prugne, salate e pepate. Versate il vino bianco e il brodo vegetale, cospargete lo zafferano. Lasciate cuocere a fuoco basso per circa un’ora e mezza. Servite caldo

Unknown

images

Verona, 31 dicembre 2014 – Questo è il dolce natalizio preferito da Massimo e quindi per me questa è una ricetta speciale. Si tratta di un dolce preparato con un pandoro, guarnito con panna montata, ananas sciroppato e zabaione. Il risultato è delicato e delizioso.

Ingredienti per dieci persone

Un pandoro classico

Una scatola di ananas sciroppato (570 grammi)

Zabaione (4 tuorli, 120 grammi di zucchero semolato, due bicchierini di marsala)

Panna fresca (600 ml circa)

Due cucchiai di zucchero a velo

Preparazione

Tagliate a spicchi per il lungo il pandoro. Poi tagliate ogni fetta in tanti triangoli dello spessore di un centimetro circa o poco più.

Montate quindi la panna e poi mettetela in frigo, in attesa di usarla.

Preparate lo zabaione secondo le indicazioni della ricetta che troverete in questo blog (qui il link).

Tagliate a pezzetti l’ananas, a parte una fetta che servirà per la guarnizione finale.

In una capiente ciotola, possibilmente in vetro trasparente, componete il dolce. Mettete un fine strato di panna nel fondo della ciotola, poi copritelo con un primo strato di fettine di pandoro. Imbevete il primo strato di pandoro con lo zabaione. Poi coprite con uno strato uniforme di panna montata. Quindi mettete i pezzetti di ananas. Ricominciate con lo strato di pandoro, poi con lo zabaione, quindi con quello di panna e con l’ananas. Ripetete l’operazione fino a riempire la ciotola. L’ultimo strato dovrà essere di panna. Come guarnizione disponete la fetta intera e attorno alcuni pezzetti di ananas.

Conservate in frigorifero almeno 4-6 ore prima di servire.

passatelli1-1

Verona, 23 dicembre 2014 – Ho preparato i passatelli in brodo per una cena di famiglia. I passatelli costituiscono un cibo semplice e tradizionale e per me non possono che essere preparati in casa. È per questa ragione che li associo sempre a momenti speciali, dove preparare questo piatto è l’occasione per comunicare il mio affetto.

Ingredienti per quattro persone

Formaggio grana parmigiano reggiano grattugiato, 120 grammi

Pane grattugiato, 120 grammi

Uova intere, 3

Scorza grattugiata ¼

Noce moscata grattugiata

Sale, q. b.

Pepe, q. b.

Brodo di carne 1 litro

Preparazione

Preparate un brodo di carne, utilizzando carne di buona qualità (ad esempio: manzo e gallina, e/o cappone, e/o faraona), carote, sedano e cipolla. La carne dovrà essere bollita in almeno cinque litri di acqua e per almeno due ore.

Quando il brodo sarà pronto preparate i passatelli.

In un ampio recipiente sgusciate le tre uova, amalgamatele con una forchetta, quindi aggiungete il formaggio grattugiato, il pan grattato, il sale, il pepe, un’abbondante macinata di noce moscata e la scorza di limone. La scorza di limone non dovrà essere troppa. Mescolate bene il tutto fino ad ottenere un composto compatto, che non dovrà essere eccessivamente duro e neppure troppo morbido. Nel primo caso, aggiungete un pochino di brodo, nel secondo un po’ di pan grattato.

Lasciate riposare il composto per almeno quindici minuti.

Prendete quindi lo strumento adatto per preparare i passatelli. Si tratta di un ferro per passatelli, con fori larghi di circa mezzo centimetro ciascuno. Attraverso lo strumento passate l’impasto, tagliando i passatelli a circa quattro centimetri di lunghezza. Via via che li preparate, spargeteli su un canovaccio pulito senza sovrapporli.

Ora portate a bollore il brodo.

Versate i passatelli nel brodo e non appena torneranno a galla, saranno cotti e pronti per essere serviti. Disponeteli quindi nei piatti di portata con il brodo e serviteli caldi.

1400754528

Ingredienti per quattro persone

12 Costolette d’agnello

200 grammi di castagne cotte e pelate

Un finocchio fresco

Un limone

Una grossa cipolla dolce

Due cucchiaini di spezie (cumino, zenzero, pepe nero, cannella, coriandolo)

Un pizzico di zafferano

Un mazzetto di rosmarino

Un cucchiaio di miele

Sale

Pepe

Olio extravergine d’oliva

Preparazione

Scaldate il forno a 180° e cuocete in una pirofila appena unta di olio le costolette di agnello assieme al rosmarino. Salate e pepate. Durante la cottura, di circa 30 – 40 minuti, le costolette dovranno essere girate una volta. Mentre la carne si cuoce, prendete la cipolla, tagliatela finemente, mettetela in una padella e cuocetela a fuoco piuttosto vivo con un po’ d’olio per circa 5 – 10 minuti. Salate e pepate. La cipolla dovrà prendere un bel colore dorato. Mettete da parte. Tagliate finemente il finocchio e tenete da parte qualche pezzetto della parte finale. Prendete quindi le castagne e cuocetele per 5 minuti in padella con un po’ d’olio. Aggiungete il finocchio tagliato finemente e cuocete per altri 5 minuti. Durante la cottura aggiungete la scorza del limone grattugiato finemente, le spezie e lo zafferano. Salate e pepate. Aggiungete quindi le cipolle cotte e mescolate gli ingredienti. Mettete le verdure in una pirofila e mettete da parte. Quando le costolette saranno pronte, toglietele dal forno e disponetele sulle verdure. Prendete quindi il sugo di cottura, mettetelo in un pentolino e potete eventualmente aggiungere un po’ d’olio. Aggiungete quindi il cucchiaio di miele che farete sciogliere a fuoco basso. Dopo qualche minuto spegnete. Condite quindi le costolette con il sugo di cottura, cospargete le costolette con le parti verdi del finocchio tenute da parte, infornate ancora qualche minuto per riscaldare il piatto e quindi servite.